Master in Mediazione interculturale per l’ambito socio-sanitario - I edizione

Sede: 
Roma
Durata: 
9 mesi
Inizio: 
Ottobre 2019
Costo: 
€ 2.016,00
Lingua: 
ITA
Contatti: 
  

Titolo corso
Mediazione interculturale per l’ambito socio-sanitario
Intercultural mediation for healthcare and social welfare

A.A. 2019-2020

Obiettivo del corso
Il Master intende fornire le competenze necessarie per la formazione e la qualificazione di operatori della mediazione interculturale e formatori che si occupano di immigrati stranieri ai diversi livelli di età, per una piena garanzia del loro diritto alla salute e alla assistenza sanitaria.
Il Master intende formare professionisti in grado di inserirsi in molteplici contesti di intervento (agenzie, centri e strutture di accoglienza; servizi sociali e sanitari), fornendo loro una adeguata formazione in ambito antropologico, sociologico, giuridico, clinico, per consentire una più completa attività a favore dei migranti e delle persone provenienti da contesti socio-culturali differenti.

Requisiti di ammissione
Laurea triennale, Laurea magistrale oppure Laurea specialistica oppure Laurea ante DM 509/1999 (vecchio ordinamento) o altro titolo di studio universitario conseguito all’estero equiparabile - per livello, natura, contenuto e diritti accademici (accesso ad ulteriori corsi) – ai suddetti titoli. La valutazione dell’idoneità del titolo è rimessa al Comitato scientifico del Master, che accerterà l’equipollenza del titolo di studio in possesso del candidato.

Profilo professionale
Il Master si propone di rispondere alla crescente domanda di competenze per lo svolgimento dei processi di inclusione delle persone appartenenti a culture e tradizioni diverse, con particolare riferimento al contesto socio-sanitario.
Il Master intende formare professionisti in grado di inserirsi in molteplici contesti di intervento (agenzie, centri e strutture di accoglienza; servizi sociali e sanitari), fornendo loro una adeguata formazione in ambito antropologico, sociologico, giuridico, clinico, per consentire una più completa attività a favore dei migranti e delle persone provenienti da contesti socio-culturali differenti.
Il Master intende fornire in particolare le competenze teorico-pratiche necessarie per la formazione e la qualificazione di operatori della mediazione interculturale e formatori che si occupano di immigrati stranieri ai diversi livelli di età, per una piena garanzia del loro diritto alla salute e alla assistenza sanitaria.

Destinatari
Il master è destinato a laureati con laurea triennale (o in possesso di un titolo equipollente). fra i percorsi di studio più tipici, ma non esclusivi, si segnalano: laurea triennale in Mediazione linguistica e interculturale, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Servizio Sociale, Mediazione culturale e linguistica; Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione, in Psicologia, in Antropologia Culturale, in Lettere e Filosofia, in Medicina, in Scienze Infermieristiche, in Giurisprudenza.
Titolo rilasciato
Master universitario di primo livello in Mediazione interculturale per l’ambito socio-sanitario (il conseguimento è subordinato alla frequenza non inferiore all’80% delle lezioni complessive e al superamento delle verifiche intermedie e della prova finale). Il Master attribuisce 60 Crediti Formativi Universitari (CFU).

Dipartimento
Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue moderne

Area
Servizi alla persona

Direttori
Prof. Fabio Macioce
Prof.ssa Laura Palazzani

Comitato scientifico  
Prof. Fabio Macioce, Università LUMSA
Prof.ssa Laura Palazzani , Università LUMSA
Prof.ssa Gioiella Bruni Roccia, Università LUMSA
Dott. Alberto Tozzi, Ospedale pediatrico Bambin Gesù (OPBG)
Prof.ssa Enrica Rigo, università Roma Tre
Dott.ssa Giorgia Rocca, SA.MI.FO
Dott.ssa Serena Fiorletta, AIDOS
Dott.ssa Augusta Angelucci, ospedale S. Camillo

Contenuti del corso
Diritto delle migrazioni e politiche per l’integrazione; Bioetica, diritto alla salute e interculturalità; Mediazione linguistico – culturale per l’ambito socio-sanitario; Antropologia culturale e di genere; Migrazioni forzate, richiedenti asilo e rifugiati; Medicina delle migrazioni e determinanti sociali della salute; Salute mentale e mediazione interculturale; Accesso alle cure, struttura e organizzazione del lavoro di mediazione; Comunicazione in ambito sanitario.

Struttura
Numero minimo di partecipanti: 26
Numero massimo di partecipanti: 50
Ore complessive di formazione così ripartite:
Lezioni frontali: 220
Stage/Project Work ed esercitazioni: 130
Studio Individuale: 750
Verifiche intermedie: previste
Tesi Finale: 400 ore
Totale 1.500 ore
Modalità di erogazione della didattica: mista
Lingua di erogazione della didattica: italiano

IUS/08 Diritto delle migrazioni e politiche per l’integrazione, 20 ore, 4 CFU;

  • Il contesto normativo della migrazione
  • Gli sviluppi normativi in Italia e il quadro Europeo di riferimento
  • I diritti della persona migrante
  • Politiche per l’integrazione

IUS/20 Bioetica, diritto alla salute e interculturalità, 20 ore, 4 CFU;

  • Diritto alla salute, diritto all’accesso alle cure e diritto a cure accettabili
  • Linee guida Europee per la garanzia del diritto alla salute in una prospettiva interculturale
  • Problemi etici e bioetici nella mediazione interculturale

L-LIN/12 Mediazione linguistico – culturale per l’ambito socio-sanitario, 20 ore, 4 CFU;

  • Lessico dell’inglese medico (livello B1)
  • L'inglese come lingua veicolare;
  • Analisi delle dinamiche interazionali e relazionali dell'incontro triadico medico-mediatore-paziente;
  • La figura del mediatore interculturale: problematiche deontologiche.

M-DEA/01, Antropologia culturale e di genere, 30 ore, 5 CFU;

  • Introduzione all'antropologia culturale e all’antropologia medica
  • Antropologia di genere e approccio di genere sul campo
  • Cooperazione come mediazione: il lavoro di una Ong sulla salute delle donne
  • Le mutilazioni genitali femminili: un approccio di genere e interculturale

SPS/07, Migrazioni forzate, richiedenti asilo e rifugiati, 20 ore, 4 CFU;

  • Le cause delle migrazioni forzate: paesi di provenienza e tragitti
  • Il Pacchetto Sicurezza
  • La condizione dei rifugiati in Italia: procedure legali e percorsi di integrazione
  • Il sistema di accoglienza (CPA, CAS, SIPROIMI)
  • I traumi e i bisogni di salute dei rifugiati e richiedenti asilo
  • Il ruolo del mediatore linguistico-culturale nell’assistenza ai migranti forzati

MED/09, Medicina delle migrazioni e determinanti sociali della salute, 20 ore, 4 CFU;

  • Il concetto di salute e l’accesso alle cure
  • Integrazione delle determinanti di genere nella presa in carico socio-sanitaria della popolazione migrante
  • Politiche sanitarie per l’immigrazione in Italia
  • Dati clinici e epidemiologici sulla salute dei migranti e la percezione da parte degli operatori sanitari
  • Cause economiche, politiche, ambientali delle malattie: interventi
  • Prospettive intersettoriali e multidisciplinari, nazionali e internazionali, per la prevenzione e la tutela della salute

SECS-P/10 La mediazione interculturale e il carcere, 20 ore, 4 CFU;

  • Il ruolo delle comunità degli immigrati nel percorso di inserimento nel tessuto sociale
  • La situazione delle detenute immigrate
  • La comunicazione interculturale nella gestione dei processi informativi durante i colloqui
  • Rapporto tra il detenuto immigrato e il disagio psichico in carcere

MED/48, Salute mentale e mediazione interculturale, 20 ore, 4 CFU;

  • Psicopatologia transculturale e sofferenza post-traumatica
  • La clinica transculturale
  • L’approccio etno-sistemico narrativo
  • Casi di studio

SECS-P/10 Accesso alle cure, struttura e organizzazione del lavoro di mediazione, 30 ore, 5 CFU;

  • Il sistema sanitario italiano e l’autonomia regionale
  • Procedure di accesso e diritto alla salute delle persone migranti
  • Aspetti pratici, organizzativi, relazionali del lavoro di mediazione nei contesti sanitari: il lavoro di rete
  • Lavoro di équipe e lavoro individuale del mediatore linguistico culturale
  • Casi di studio

M-PSI/01 Comunicazione in ambito sanitario, 20 ore, 4 CFU;

  • Modalità di comunicazione, struttura e funzioni fondamentali del colloquio clinico.
  • Interazione fra personale sanitario e mediatori interculturali
  • Uso delle tecnologie della comunicazione nella relazione con i pazienti

Stage/project work ed esercitazioni, 130 ore, 6 CFU
Partecipazione a seminari e conferenze: 10 ore, 2 CFU
Prova finale: 400 ore, 10 CFU

 

Tra i docenti:
Prof.ssa Laura Palazzani
Prof. Fabio Macioce Università LUMSA
Prof.ssa Gioiella Bruni Roccia, Università LUMSA
Prof.ssa Raffaela Merlini, Università di Macerata
Dott.ssa Augusta Angelucci, Ospedale S. Camillo
Dott.ssa Giorgia Rocca, SA.MI.FO
Dott.ssa Serena Fiorletta, AIDOS
Prof.ssa Enrica Rigo, Università Roma Tre
Dott. Salvatore Geraci, Caritas
Dott. Marco Mazzetti, SIMM

Altri docenti, selezionati tra i massimi esperti delle materie trattate, su basi interdisciplinari con approfondimenti di ogni aspetto sul piano scientifico, sociale, psicologico, etico e giuridico.

Sede
LUMSA via Pompeo Magno, 22

Durata
9 mesi

Periodo
Ottobre 2019 – maggio 2020

Orario
Le ore in teledidattica sono fruibili dall’utente a richiesta.
Le ore in presenza saranno concentrate in gruppi di 15 ore con cadenza bisettimanale, e secondo il calendario che sarà reso disponibile sul sito dell’Ateneo.

 

Lo stage è facoltativo. Le ore di stage sono svolte negli orari e nelle modalità concordate con l’ente presso il quale si svolge lo stage stesso.
Alcune delle convenzioni attive:
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Ospedale S. Camillo, SA.MI.FO – Asl Rm 1.

Costo: € 2.016,00 comprensivo dell’imposta di bollo virtuale di 16 € (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al Master. L’imposta del bollo virtuale non sarà restituita).
Il pagamento è così ripartito:

  • All’atto dell’iscrizione: € 616,00 comprensivi dell’imposta di bollo virtuale di € 16 (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al Master. L’imposta del bollo virtuale non sarà restituita).
  • Prima rata: € 500,00 entro 1 mese dall’attivazione del Master
  • Seconda rata: € 500,00 entro 2 mesi dall’attivazione del Master
  • Terza rata: 400,00 entro 4 mesi dall’attivazione del Master

Borse di studio: non previste.

La rateizzazione della quota di iscrizione è solo un’agevolazione concessa allo studente: pertanto, l’eventuale rinuncia non esonera dal pagamento dell’intero ammontare della quota.
L’iscrizione deve essere effettuata tramite bonifico bancario a:
LUMSA - UBI Banca S.p.A.
Codice IBAN IT 57 B 03111 03226 000000005620
(nella causale specificare il proprio nome e cognome e il titolo del corso).
Le rate successive dovranno essere pagate tramite bollettino MAV presso qualsiasi banca.
Il MAV sarà scaricabile dall’area riservata on-line dello studente. Le copie delle ricevute dei bonifici effettuati devono essere inviate a: perfezionamento@lumsa.it

 

Data scadenza: 15 ottobre 2019

Modalità di presentazione della domanda
La domanda di iscrizione, corredata dai documenti richiesti, dovrà essere inviata al seguente indirizzo di posta elettronica: perfezionamento@lumsa.it oppure masterschool.lumsa@pec.it.
Le domande che perverranno per posta elettronica non certificata saranno ritenute valide solo se si riceverà conferma di ricezione dalla Segreteria LUMSA Master School.
Documenti da allegare alla domanda:

  • Copia di un documento valido di riconoscimento e del codice fiscale.
  • Autocertificazione del titolo universitario conseguito debitamente sottoscritta oppure del relativo certificato con l’indicazione del voto di laurea. Se in possesso di titolo di studio conseguito all'estero è necessario allegare alla domanda di iscrizione il titolo finale in originale (o copia conforme), la sua traduzione in lingua italiana e la Dichiarazione di valore o l’attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC. L’iscrizione resta subordinata alla valutazione della idoneità del titolo da parte degli organi accademici.
  • Titoli rilasciati da istituti universitari di studi ecclesiastici con sede in Italia approvati dalla Santa Sede: gli studenti in possesso di questi titoli dovranno allegare una copia degli stessi vidimata dalle competenti autorità ecclesiastiche. I candidati dovranno produrre l’originale al momento dell’effettiva iscrizione.
  • Copia della ricevuta del pagamento della quota da versare all’atto dell’iscrizione (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al master) da versare mediante bonifico bancario a favore di:
    LUMSA - UBI Banca S.p.A.
    Codice IBAN IT 57 B 03111 03226 000000005620
    (nella causale specificare nome e cognome e il titolo del Master). Le tasse di iscrizione restano al di fuori del campo di applicazione IVA, pertanto, non potrà essere rilasciata alcuna fattura.
  • Stampa della ricevuta della Registrazione anagrafica (non occorre per i laureati LUMSA).
  • La propria foto in formato JPEG che abbia le seguenti caratteristiche: recente, con una larghezza di 35-40 mm, con un inquadramento in primo piano di viso e spalle, a fuoco e nitida; di alta qualità, su sfondo chiaro e a tinta unita, max 5 MB.

In caso di eventuale rinuncia non si ha diritto alla restituzione delle rate pagate. La rinuncia non esonera dal pagamento dell’intero ammontare della quota di iscrizione.

Informazioni
Informazioni didattiche: Prof. Fabio Macioce f.macioce@lumsa.it

Informazioni amministrative
Segreteria LUMSA Master School

Obiettivi e requisiti di ammissione: 

Titolo corso
Mediazione interculturale per l’ambito socio-sanitario
Intercultural mediation for healthcare and social welfare

A.A. 2019-2020

Obiettivo del corso
Il Master intende fornire le competenze necessarie per la formazione e la qualificazione di operatori della mediazione interculturale e formatori che si occupano di immigrati stranieri ai diversi livelli di età, per una piena garanzia del loro diritto alla salute e alla assistenza sanitaria.
Il Master intende formare professionisti in grado di inserirsi in molteplici contesti di intervento (agenzie, centri e strutture di accoglienza; servizi sociali e sanitari), fornendo loro una adeguata formazione in ambito antropologico, sociologico, giuridico, clinico, per consentire una più completa attività a favore dei migranti e delle persone provenienti da contesti socio-culturali differenti.

Requisiti di ammissione
Laurea triennale, Laurea magistrale oppure Laurea specialistica oppure Laurea ante DM 509/1999 (vecchio ordinamento) o altro titolo di studio universitario conseguito all’estero equiparabile - per livello, natura, contenuto e diritti accademici (accesso ad ulteriori corsi) – ai suddetti titoli. La valutazione dell’idoneità del titolo è rimessa al Comitato scientifico del Master, che accerterà l’equipollenza del titolo di studio in possesso del candidato.

Profilo professionale
Il Master si propone di rispondere alla crescente domanda di competenze per lo svolgimento dei processi di inclusione delle persone appartenenti a culture e tradizioni diverse, con particolare riferimento al contesto socio-sanitario.
Il Master intende formare professionisti in grado di inserirsi in molteplici contesti di intervento (agenzie, centri e strutture di accoglienza; servizi sociali e sanitari), fornendo loro una adeguata formazione in ambito antropologico, sociologico, giuridico, clinico, per consentire una più completa attività a favore dei migranti e delle persone provenienti da contesti socio-culturali differenti.
Il Master intende fornire in particolare le competenze teorico-pratiche necessarie per la formazione e la qualificazione di operatori della mediazione interculturale e formatori che si occupano di immigrati stranieri ai diversi livelli di età, per una piena garanzia del loro diritto alla salute e alla assistenza sanitaria.

Destinatari
Il master è destinato a laureati con laurea triennale (o in possesso di un titolo equipollente). fra i percorsi di studio più tipici, ma non esclusivi, si segnalano: laurea triennale in Mediazione linguistica e interculturale, Scienze dell’Educazione, Scienze della Formazione, Servizio Sociale, Mediazione culturale e linguistica; Laurea Magistrale in Scienze della Comunicazione, in Psicologia, in Antropologia Culturale, in Lettere e Filosofia, in Medicina, in Scienze Infermieristiche, in Giurisprudenza.
Titolo rilasciato
Master universitario di primo livello in Mediazione interculturale per l’ambito socio-sanitario (il conseguimento è subordinato alla frequenza non inferiore all’80% delle lezioni complessive e al superamento delle verifiche intermedie e della prova finale). Il Master attribuisce 60 Crediti Formativi Universitari (CFU).

Contenuti e struttura: 

Dipartimento
Giurisprudenza, Economia, Politica e Lingue moderne

Area
Servizi alla persona

Direttori
Prof. Fabio Macioce
Prof.ssa Laura Palazzani

Comitato scientifico  
Prof. Fabio Macioce, Università LUMSA
Prof.ssa Laura Palazzani , Università LUMSA
Prof.ssa Gioiella Bruni Roccia, Università LUMSA
Dott. Alberto Tozzi, Ospedale pediatrico Bambin Gesù (OPBG)
Prof.ssa Enrica Rigo, università Roma Tre
Dott.ssa Giorgia Rocca, SA.MI.FO
Dott.ssa Serena Fiorletta, AIDOS
Dott.ssa Augusta Angelucci, ospedale S. Camillo

Contenuti del corso
Diritto delle migrazioni e politiche per l’integrazione; Bioetica, diritto alla salute e interculturalità; Mediazione linguistico – culturale per l’ambito socio-sanitario; Antropologia culturale e di genere; Migrazioni forzate, richiedenti asilo e rifugiati; Medicina delle migrazioni e determinanti sociali della salute; Salute mentale e mediazione interculturale; Accesso alle cure, struttura e organizzazione del lavoro di mediazione; Comunicazione in ambito sanitario.

Struttura
Numero minimo di partecipanti: 26
Numero massimo di partecipanti: 50
Ore complessive di formazione così ripartite:
Lezioni frontali: 220
Stage/Project Work ed esercitazioni: 130
Studio Individuale: 750
Verifiche intermedie: previste
Tesi Finale: 400 ore
Totale 1.500 ore
Modalità di erogazione della didattica: mista
Lingua di erogazione della didattica: italiano

Docenti: 

Tra i docenti:
Prof.ssa Laura Palazzani
Prof. Fabio Macioce Università LUMSA
Prof.ssa Gioiella Bruni Roccia, Università LUMSA
Prof.ssa Raffaela Merlini, Università di Macerata
Dott.ssa Augusta Angelucci, Ospedale S. Camillo
Dott.ssa Giorgia Rocca, SA.MI.FO
Dott.ssa Serena Fiorletta, AIDOS
Prof.ssa Enrica Rigo, Università Roma Tre
Dott. Salvatore Geraci, Caritas
Dott. Marco Mazzetti, SIMM

Altri docenti, selezionati tra i massimi esperti delle materie trattate, su basi interdisciplinari con approfondimenti di ogni aspetto sul piano scientifico, sociale, psicologico, etico e giuridico.

Stage e Project Work: 

Lo stage è facoltativo. Le ore di stage sono svolte negli orari e nelle modalità concordate con l’ente presso il quale si svolge lo stage stesso.
Alcune delle convenzioni attive:
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Ospedale S. Camillo, SA.MI.FO – Asl Rm 1.

Costi e borse di studio: 

Costo: € 2.016,00 comprensivo dell’imposta di bollo virtuale di 16 € (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al Master. L’imposta del bollo virtuale non sarà restituita).
Il pagamento è così ripartito:

  • All’atto dell’iscrizione: € 616,00 comprensivi dell’imposta di bollo virtuale di € 16 (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al Master. L’imposta del bollo virtuale non sarà restituita).
  • Prima rata: € 500,00 entro 1 mese dall’attivazione del Master
  • Seconda rata: € 500,00 entro 2 mesi dall’attivazione del Master
  • Terza rata: 400,00 entro 4 mesi dall’attivazione del Master

Borse di studio: non previste.

La rateizzazione della quota di iscrizione è solo un’agevolazione concessa allo studente: pertanto, l’eventuale rinuncia non esonera dal pagamento dell’intero ammontare della quota.
L’iscrizione deve essere effettuata tramite bonifico bancario a:
LUMSA - UBI Banca S.p.A.
Codice IBAN IT 57 B 03111 03226 000000005620
(nella causale specificare il proprio nome e cognome e il titolo del corso).
Le rate successive dovranno essere pagate tramite bollettino MAV presso qualsiasi banca.
Il MAV sarà scaricabile dall’area riservata on-line dello studente. Le copie delle ricevute dei bonifici effettuati devono essere inviate a: perfezionamento@lumsa.it

 

Durata: 
9 mesi
Costo: 
€ 2.016,00
Lingua: 
ITA
Inizio: 
Ottobre 2019
Immagine: 
Ufficio destinatario: 
f.macioce@lumsa.it
Programma: 

IUS/08 Diritto delle migrazioni e politiche per l’integrazione, 20 ore, 4 CFU;

  • Il contesto normativo della migrazione
  • Gli sviluppi normativi in Italia e il quadro Europeo di riferimento
  • I diritti della persona migrante
  • Politiche per l’integrazione

IUS/20 Bioetica, diritto alla salute e interculturalità, 20 ore, 4 CFU;

  • Diritto alla salute, diritto all’accesso alle cure e diritto a cure accettabili
  • Linee guida Europee per la garanzia del diritto alla salute in una prospettiva interculturale
  • Problemi etici e bioetici nella mediazione interculturale

L-LIN/12 Mediazione linguistico – culturale per l’ambito socio-sanitario, 20 ore, 4 CFU;

  • Lessico dell’inglese medico (livello B1)
  • L'inglese come lingua veicolare;
  • Analisi delle dinamiche interazionali e relazionali dell'incontro triadico medico-mediatore-paziente;
  • La figura del mediatore interculturale: problematiche deontologiche.

M-DEA/01, Antropologia culturale e di genere, 30 ore, 5 CFU;

  • Introduzione all'antropologia culturale e all’antropologia medica
  • Antropologia di genere e approccio di genere sul campo
  • Cooperazione come mediazione: il lavoro di una Ong sulla salute delle donne
  • Le mutilazioni genitali femminili: un approccio di genere e interculturale

SPS/07, Migrazioni forzate, richiedenti asilo e rifugiati, 20 ore, 4 CFU;

  • Le cause delle migrazioni forzate: paesi di provenienza e tragitti
  • Il Pacchetto Sicurezza
  • La condizione dei rifugiati in Italia: procedure legali e percorsi di integrazione
  • Il sistema di accoglienza (CPA, CAS, SIPROIMI)
  • I traumi e i bisogni di salute dei rifugiati e richiedenti asilo
  • Il ruolo del mediatore linguistico-culturale nell’assistenza ai migranti forzati

MED/09, Medicina delle migrazioni e determinanti sociali della salute, 20 ore, 4 CFU;

  • Il concetto di salute e l’accesso alle cure
  • Integrazione delle determinanti di genere nella presa in carico socio-sanitaria della popolazione migrante
  • Politiche sanitarie per l’immigrazione in Italia
  • Dati clinici e epidemiologici sulla salute dei migranti e la percezione da parte degli operatori sanitari
  • Cause economiche, politiche, ambientali delle malattie: interventi
  • Prospettive intersettoriali e multidisciplinari, nazionali e internazionali, per la prevenzione e la tutela della salute

SECS-P/10 La mediazione interculturale e il carcere, 20 ore, 4 CFU;

  • Il ruolo delle comunità degli immigrati nel percorso di inserimento nel tessuto sociale
  • La situazione delle detenute immigrate
  • La comunicazione interculturale nella gestione dei processi informativi durante i colloqui
  • Rapporto tra il detenuto immigrato e il disagio psichico in carcere

MED/48, Salute mentale e mediazione interculturale, 20 ore, 4 CFU;

  • Psicopatologia transculturale e sofferenza post-traumatica
  • La clinica transculturale
  • L’approccio etno-sistemico narrativo
  • Casi di studio

SECS-P/10 Accesso alle cure, struttura e organizzazione del lavoro di mediazione, 30 ore, 5 CFU;

  • Il sistema sanitario italiano e l’autonomia regionale
  • Procedure di accesso e diritto alla salute delle persone migranti
  • Aspetti pratici, organizzativi, relazionali del lavoro di mediazione nei contesti sanitari: il lavoro di rete
  • Lavoro di équipe e lavoro individuale del mediatore linguistico culturale
  • Casi di studio

M-PSI/01 Comunicazione in ambito sanitario, 20 ore, 4 CFU;

  • Modalità di comunicazione, struttura e funzioni fondamentali del colloquio clinico.
  • Interazione fra personale sanitario e mediatori interculturali
  • Uso delle tecnologie della comunicazione nella relazione con i pazienti

Stage/project work ed esercitazioni, 130 ore, 6 CFU
Partecipazione a seminari e conferenze: 10 ore, 2 CFU
Prova finale: 400 ore, 10 CFU

 

Sede e orari: 

Sede
LUMSA via Pompeo Magno, 22

Durata
9 mesi

Periodo
Ottobre 2019 – maggio 2020

Orario
Le ore in teledidattica sono fruibili dall’utente a richiesta.
Le ore in presenza saranno concentrate in gruppi di 15 ore con cadenza bisettimanale, e secondo il calendario che sarà reso disponibile sul sito dell’Ateneo.

 

Come iscriversi: 

Data scadenza: 15 ottobre 2019

Modalità di presentazione della domanda
La domanda di iscrizione, corredata dai documenti richiesti, dovrà essere inviata al seguente indirizzo di posta elettronica: perfezionamento@lumsa.it oppure masterschool.lumsa@pec.it.
Le domande che perverranno per posta elettronica non certificata saranno ritenute valide solo se si riceverà conferma di ricezione dalla Segreteria LUMSA Master School.
Documenti da allegare alla domanda:

  • Copia di un documento valido di riconoscimento e del codice fiscale.
  • Autocertificazione del titolo universitario conseguito debitamente sottoscritta oppure del relativo certificato con l’indicazione del voto di laurea. Se in possesso di titolo di studio conseguito all'estero è necessario allegare alla domanda di iscrizione il titolo finale in originale (o copia conforme), la sua traduzione in lingua italiana e la Dichiarazione di valore o l’attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC. L’iscrizione resta subordinata alla valutazione della idoneità del titolo da parte degli organi accademici.
  • Titoli rilasciati da istituti universitari di studi ecclesiastici con sede in Italia approvati dalla Santa Sede: gli studenti in possesso di questi titoli dovranno allegare una copia degli stessi vidimata dalle competenti autorità ecclesiastiche. I candidati dovranno produrre l’originale al momento dell’effettiva iscrizione.
  • Copia della ricevuta del pagamento della quota da versare all’atto dell’iscrizione (rimborsabile esclusivamente in caso di mancata attivazione/non ammissione al master) da versare mediante bonifico bancario a favore di:
    LUMSA - UBI Banca S.p.A.
    Codice IBAN IT 57 B 03111 03226 000000005620
    (nella causale specificare nome e cognome e il titolo del Master). Le tasse di iscrizione restano al di fuori del campo di applicazione IVA, pertanto, non potrà essere rilasciata alcuna fattura.
  • Stampa della ricevuta della Registrazione anagrafica (non occorre per i laureati LUMSA).
  • La propria foto in formato JPEG che abbia le seguenti caratteristiche: recente, con una larghezza di 35-40 mm, con un inquadramento in primo piano di viso e spalle, a fuoco e nitida; di alta qualità, su sfondo chiaro e a tinta unita, max 5 MB.

In caso di eventuale rinuncia non si ha diritto alla restituzione delle rate pagate. La rinuncia non esonera dal pagamento dell’intero ammontare della quota di iscrizione.

Informazioni
Informazioni didattiche: Prof. Fabio Macioce f.macioce@lumsa.it

Informazioni amministrative
Segreteria LUMSA Master School

Sede: 
Roma